UN TRENO DI PERCHE'

domenica 2 aprile h. 11.30 per la Rassegna UN TEATRO TUTTO PER ME dai 3 anni

DOMENICA 2 APRILE h.11.30
COMPAGNIA FERRUCCIO FILIPAZZI (BG)
UN TRENO DI PERCHE'
di Ferruccio Filipazzi e Luciano Giuriola
Da una idea scenica di Tinin Mantegazza
Con Ferruccio Filipazzi
Scena e oggetti realizzati da Graziano Venturuzzo
Pittura a cura di Giulia Bonaldi

 

Ci si è voluti riaccostare alle modalità semplici e immediate del teatro. Una sorta di iniziazione che, partendo dai perché, perché, perché dei piccoli, sapesse mostrare come dal gioco di tutti i giorni si possa giungere al racconto, alla rappresentazione, al teatro: dal gioco dei piccoli a quello degli adulti, in un percorso circolare che il teatro può trasformare in esperienza.
Un padre ed il suo piccolo stanno giocando con un trenino. Il padre è sommerso dai tanti perché del suo bambino. Un po’ negandosi, un po’ stando al gioco affiora il ricordo di Rocco, amico d’infanzia e del suo papà ferroviere. Un papà ferroviere, forse capotreno, che aveva sempre voglia di regalare storie a grandi e piccini. Il paese di Rocco erano poche case tra un pascolo e un campo di grano: la scuola, la chiesa, la piccola piazza e la stazione. Tutta la vita era lì. E così la sera, prima di andare a letto, ci si trovava tutti insieme con le famiglie e le sere erano più speciali quando arrivava il papà di Rocco, che era l’unico abitante di quel paese che viaggiando in treno, vedeva un mondo agli altri sconosciuto. E lui era in grado si rispondere a domande e curiosità di tutti, grandi e piccoli. Ma il momento più speciale per Rocco arrivava quando, una volta arrivato a casa, il papà era tutto per lui. E in una notte, più magica delle altre, Rocco attraverso le storie del suo papà, impara ad accettarsi ed a capire anche “chi nasce un po’ più in là”…


TECNICA UTILIZZATA: teatro d’attore, musica dal vivo
ETA' CONSIGLIATA: dai 3 ai 10 anni

 

per info e prenotazioni:
botteghino del teatro: tel. 06 6794753
contattaci>>